In occasione di Open House Roma Fondazione Exclusiva, tra i luoghi selezionati per l’edizione 2018, ospita uno degli eventi speciali OHR18R21 – Sguardo all’insù, mostra del fotografo Gianluca Fiore. Il fotografo e architetto romano punta l’obiettivo su dieci opere di architettura contemporanea realizzate, a Roma, da dieci archistar, durante i primi decenni del ventunesimo secolo.
Nei dieci scatti i suoi occhi sono rivolti verso l’alto.  È la visuale di chiunque si trovi di fronte alle opere di Santiago Calatrava, Zaha Hadid o Renzo Piano, ecc.
La ricerca estetica di Gianluca Fiore è rivolta alla scoperta di quello che di bello osserva intorno a sé ed in questo trova una convergenza con FEX: la ricerca della bellezza e della creatività non come singoli episodi ma come sequenza di punti che formano una linea, proprio quello che FEX sta realizzando attraverso un progetto di innovazione sociale a base culturale e di sostegno alla creatività e al genio collettivo.
Gianluca Fiore cerca il bello in tutto quello che osserva e racconta con le immagini. Invece di fare una cronaca critica e analitica della città eterna, in questo periodo lasciata molto a se stessa, fa uno sforzo cercando il nuovo bello prodotto da più menti creative dell’architettura e del design, creando una narrazione positiva che spinge verso il futuro e non verso il rimpianto.
Gianluca Fiore e FEX trovano nelle parole bellezza, creatività e collettività dei punti di incontro.

Gli architetti contemporanei ci spingono ad alzare l’orizzonte visivo così da perdere il senso della realtà e cadere in una vertigine fatta di elementi che si rincorrono e moltiplicano, s’intersecano e si sciolgono nella luce.
Fiore decide di sacrificare la figura umana, a favore di spazi astratti e quest’assenza amplifica la sacralità degli edifici.
La sola protagonista è l’architettura, nella sua essenza e nella sua veridicità strutturale e concettuale.
Lo spazio è in primo piano nonostante una profondità di campo che è immensa quanto l’orizzonte. Questo è R21 – Sguardo all’insù, la mostra è visitabile il 12 e 13 maggio secondo i seguenti orari: Sabato 14.00-20.00 e Domenica 11.00-20.00.

Opere architettoniche fotografate:
Città dello sport di Tor Vergata – Santiago Calatrava (ancora in costruzione), Chiesa di Dio Padre Misericordioso – Richard Meier  (2003), MAXXI – Zaha Hadid (2010), Ponte Settimia Spizzichino – Studio Solidus (2012), Città del Sole – Studio Labics (2017), Auditorium Parco della Musica – Renzo Piano (2000), Direzione Generale BNL – Studio 5+1AA (2017), Roma Convention Center – La Nuvola – Studio Fuksas (2017), Ponte della Musica – Buro Happold & Powell-Williams Architects (2011), Parrocchia San Pio de Pietralcina – Studio Anselmi & Associati (2010).

Nota biografica
Gianluca Fiore, prima di essere fotografo è architetto e ha studiato gli edifici della Roma antica sia da un punto di vista estetico che funzionale, questo lungo percorso di studi gli è stato utile per comprendere come il tessuto urbano vada di pari passo con il tessuto umano.

DATA

Roma – 29 e 30 maggio

Related Projects

Inizia a scrivere e premi Invio per la ricerca